Skip to content

Martedì 8 agosto 2017 dalle ore 21:00 alle ore 23:00

Valle/Sessa Cilento - Palazzo Coppola

Amati enigmi

spettacolo di e con Licia Maglietta

Home / Edizione 2017 / Amati enigmi

21:00

Continua la lotta al racket

incontro con Sabrina Sagace Associazione Addiopizzo

21:30

Amati enigmi

spettacolo di e con Licia Maglietta

Martedì 8 agosto 2017 dalle ore 21:00 alle ore 23:00

Valle/Sessa Cilento - Palazzo Coppola

Ore 21.00 “Continua la lotta al racket” incontro con Sabrina Sagace dell’Associazione Addiopizzo

Ore 21.30 “Amati enigmi
spettacolo teatrale tratto da Clotilde Marghieri
con Licia Maglietta
mandolino Tiziano Palladino
regia, drammaturgia e scene Licia Maglietta
luci Cesare Accetta
video Massimo Maglietta
produzione Fondazione Campania dei Festival

Ingresso libero fino a esaurimento posti

– Licia Maglietta, interprete, autrice e regista di “Amati Enigmi”
mette in scena un ironico e dolente monologo ispirato alle visioni letterarie di Clotilde Marghieri: «Amati Enigmi sono quasi tutti gli esseri che abbiamo incontrato, conosciuto, disconosciuto e tali restano finché, forse nel ripensarli e interrogarli, a passioni spente (ammesso che queste davvero si spengano mai del tutto) qualche cosa ci rivelano di loro, rivelando meglio anche noi stessi».
Tratto dall’omonimo romanzo epistolare con il quale la Marghieri, intellettuale napoletana amica di Croce e della Serao, vinse il Viareggio nel 1974, Amati enigmi racconta la “grande età”, che non viene definita mai vecchiaia, ma periodo sublime che permette una visione lucida, assoluta e dà senso alla vita.
Durante la notte di un imprecisato Capodanno, una donna, Clotilde, parla a un misterioso interlocutore, Jacques. Incrocia tempo lontano e vicino e il ricordo non evoca nostalgia, piuttosto illumina con l’intelligenza «il significato» che quel tempo proietta sull’oggi.
Sullo sfondo il pensiero della filosofa e femminista Simone de Beauvoir e la sua raggiante promessa: «oltre la soglia dove il corpo avvizzisce e il volto gioca tiri crudeli» c’è la possibilità di «interpretare il disegno e scoprire il significato del proprio destino. Che è il modo, il solo grande modo, di sublimare le proprie avventure e disavventure, dolori e sconfitte in conoscenza».
Con l’attrice partenopea, David di Donatello per “Pane e Tulipani”, di recente nelle serie televisive “Tutto può succedere”, “Una pallottola nel cuore” e “In Treatment”. è in scena Tiziano Palladino al mandolino.

Intervento co-finanziato dal POC Campania 2014-2020

L'ingresso agli eventi è libero, in caso di pioggia gli spettacoli avranno comunque luogo al chiuso

ALTRI EVENTI IN PROGRAMMA

Scroll To Top